Blog

Grissini alla panna, mandorle e pistacchi

x 2 teglie di grissini

260 g farina bianca a km 0
150 g panna intera liquida
50 g acqua
40 g zucchero bianco
40 g mandorle tritate
20 g pistacchi tritati fini
20 g farina di semola rimacinata
15 g zucchero di canna grezzo
10 g strutto
4 g sale
1 g lievito in polvere


Unite l’acqua e lo zucchero in un pentolino, rimestando di tanto in tanto fate sciogliere lo zucchero e poi bollire fino al raggiungimento di 106°C.
Mettete da parte e fate raffreddare.
In una ciotola unite la farina, le mandorle tritate, il lievito di birra e il sale e mischiate finché omogeneo.
A parte unite la panna allo sciroppo di zucchero e unite agli ingredienti secchi.
Impastate finché otterrete una palla omogenea.
Da ultimo aggiungete lo strutto, impastando finché il grasso non sarà tutto assorbito.
Formate un salsicciotto, oliatelo con olio di semi e chiudetelo in pellicola alimentare.
Lasciate l’impasto al caldo per circa due ore.
In una ciotola unite i pistacchi, lo zucchero di canna grezzo e la farina di semola.
Trascorso il tempo di lievitazione formate i grissini come segue.
Tagliate un pezzetto di impasto della larghezza di 1 cm, lungo il lato più corto del salsicciotto, rigiratelo nel mix di farina di semola, pistacchi e zucchero e formate i grissini stirandoli dal centro verso l’esterno.
Riponeteli su una teglia ricoperta di carta da forno.
Infornate in forno preriscaldato a 200’C, cuoceteli per 7’ su un lato, finché iniziano a dorare, poi rigirateli e cuocete per altrettanti minuti sul lato opposto.
Fate un assaggio per capire a che grado di cottura sono arrivati i grissini.
Personalmente ho fatto diversi assaggi e ho trovato che i grissini sono buoni anche quando se rimangono un po’ morbidi all’interno.
Se invece li volete più biscottati potete farli asciugare per circa un’ora nel forno spento con lo sportello leggermente aperto (potete infilare un cucchiaio di legno per lasciare solo uno spiraglio aperto).

Scrivi un commento